La felicità

Se avete tempo ascoltate queste parole, perchè Noi nel nostro piccolo possiamo ancora fare qualcosa. Non i nostri politici. Hanno altro a cui pensare!

“I vecchi pensatori dicevano: povero non è colui che tiene poco, ma colui che necessita tanto e desidera ancora di più e più. Queste cose che dico sono molto elementari: lo sviluppo non può essere contrario alla felicità. Deve essere a favore della felicità umana; dell’amore sulla Terra, delle relazioni umane, dell’attenzione ai figli, dell’avere amici, dell’avere il giusto, l’elementare. Precisamente. Perché è questo il tesoro più importante che abbiamo: la felicità!”.

Quest’uomo oltre ad essere un grande presidente, è un uomo saggio, come si evince dalle sue parole. Denunciando l’attuale modello di vita occidentale non fa altro che puntare il dito contro il capitalismo forsennato che porterà all’estinzione dell’umanità. Sfortunatamente il suo discorso non ha avuto risonanza sui media, forse perché la società controllata dai grandi media e dai potenti, non vuole far conoscere chi dice la verità e chi rema contro.

Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile a Rio, il 21 giugno 2012.

Alluvione di Genova

Non ho parole dopo avere visto i vari servizi in tv e letto articoli di giornale. Non ho parole se non quelle di apprezzamento a quei meravigliosi volontari, solo quelli, che armati di stivali e pale sono accorsi per dare una mano ai loro concittadini ancora una volta colpiti dalla furia dell’acqua e dalla vergognosa dimenticanza di chi avrebbe dovuto intervenire dopo la precedente alluvione. Per questi ultimi solo il mio profondo disprezzo.

Povera è la nazione che si affida a preghiere e angelidelfango perchè il loro Dio democratico pensa solo ai suoi apostoli e al suo paradiso. [twitter]

Comunichiamo davvero

Tecnologia. Siamo immersi, affascinati, incuriositi……….dipendenti dalla tecnologia. Ho trovato emozionante questo spot, ma ho anche pensato che fosse davvero insolito che una azienda come la Wind, leader nel settore delle telecomunicazioni, fosse promotrice di questo messaggio. Oggi senza smartphone, tablet o pc ci sentiamo persi e disorientati. Ma……“A volte, per comunicare davvero, la tecnologia non è tutto“.

Street Music

Questa estate non ho frequentato assiduamente il centro della mia Forte dei Marmi e quindi non ho notato se è stato presente come negli anni precedenti il Signore, un anziano distintissimo, in abito blu, camicia bianca come i suoi capelli, che, seduto su una panchina del centro, con il suo violino, eseguiva stupendi brani di musica classica. Un personaggio affascinante, forse un ex maestro di musica che sicuramente si è esibito, quando piu giovane, in qualche orchestra calcando teatri e scene importanti. Chissà.

Il personaggio del filmato chiaramente non ha niente a che fare con il tipo sopra descritto o la sua musica sebbene sia anche lui estremamente spettacolare.