iPhone 11

Ho letto che è stato presentato il nuovo iPhone 11. Più o meno sempre il solito, prezzo altino ma… Grazie alla tripla fotocamera (il mio cinese ne ha 4😜) i selfie avranno la regia di Sorrentino

Giornalismo? Politica? No, intelligenza

…che non c’è. Ho letto di tale Fabio Sanfilippo, caporedattore di Rai Radio1 e di quanto pubblicato sul suo profilo Facebook su Matteo Salvini.

Ti sei impiccato da solo e questo è evidente. Io ne sono felice. Vabbè, si era capito. Ora perderai almeno il 20, 25 per cento dei consensi che ti accreditano i sondaggi, lo sai? E che fai? Non hai un lavoro, non sai fare niente, non hai un seggio da parlamentare europeo, hai perso il posto da ministro. Certo stai in Parlamento. Con la vita che ti eri abituato a fare, tempo sei mesi e ti spari nemico mio… Quello che non ti perdonerò è di aver plagiato la mente di due miei nipoti, con i miei figli non ci sei riuscito, cazzo. Ma li recupero, fidati. Mi dispiace per tua figlia, ma avrà tempo per riprendersi, basta farla seguire da persone qualificate”.

Posso ammettere tutto anche se da un caporedattore della Rai mi aspetto coerenza e critica civile quanto intelligente, ma quella ultima frase, quella relativa alla figlia non la trovo solo ingiustificabile ma infame.

Coscienza

Un amico mi fa notare questa immagine, riportata su un autobus.

Guardandosi attorno si scoprono sempre cose interessanti.

Preoccupati più della tua coscienza che della reputazione.
Perché la tua coscienza è quello che tu sei, la tua reputazione è ciò che gli altri pensano di te. E quello che gli altri pensano di te è problema loro.

Stelle cadenti

Lo so, il giorno delle stelle cadenti è il 10 agosto. Ma io scelgo sempre quello dopo. E mi metto in giardino, con la testa rivolta al cielo affinché il mio unico vero desiderio trovi la sua stella.

Emozioni

Questa bellissima immagine ritrae un veterano russo della seconda guerra mondiale che ritrova il carro armato dove ha trascorso tutta la guerra, ormai diventato monumento. Lascia i fiori, appoggia il suo bastone, oggi suo compagno nel muoversi e si inchina quasi a ringraziare quel carro che forse più volte gli ha salvato la vita.
Proviamo solo ad immaginare i ricordi di quest’uomo, le sensazioni di paura, le esperienza trascorse. Io non riesco a non commuovermi se penso a quello che ha provato rivedendo il suo carro armato.

Oggi ci sono sentimenti, emozioni e valori ormai perduti.