Pagare l’aria che respiriamo

26166155_877038919130488_4850383485237602446_n

E così, tra i tanti rincari che puntualmente giungono ad inizio di ogni anno, c’è pure la novità (costosa per le famiglie ovviamente) dei sacchetti della frutta e verdura, della spesa in generale. Il fine della normativa è senza dubbio nobile: favorire l’utilizzo quotidiano di prodotti biodegradabili e compostabili e al contempo ridurre quello della plastica. Ma alla fine si traduce in un nuovo “balzello” per il cittadino.

Sinceramente mi verrebbe voglia di andare al supermercato, comprare un kg di arance, pesarle singolarmente e apporre a ciascuna di esse il bollino. Ma credo che “democraticamente” abbiano inserito nella legge l’obbligo del sacchetto, nuovo, guai a riutilizzarne uno, l’igiene, e che diamine!

Buon Anno

Sinceramente non vedevo l’ora finisse questo anno. Vorrei dimenticarlo ma so che non sarà possibile. L’ultimo mio punto di riferimento se l’è portato via e il ricordo di colei che mi ha messo al mondo vive comunque dentro di me, ogni giorno. Dal punto di vista professionale, spero nella promessa fatta dall’Azienda. Troverò forza e volontà necessaria.

A voi che ogni tanto passate a trovarmi il mio augurio affinchè possiate avere la possibilità di chiudere ogni giorno sentendovi soddisfatti.

70 anni di Costituzione

110220-232300to300604int0013

Il 27 dicembre di 70 anni fa, il presidente della repubblica Enrico De Nicola firma la costituzione italiana alla presenza di Alcide De Gasperi e Umberto Terracini.

La costituzione che oggi compie 70 anni ha come obbiettivo il progresso materiale e spirituale della società fondato sul pieno sviluppo della persona umana.
Bisognerebbe che la politica italiana, i governi, mettessero ogni giorno l’impegno, lo spirito, la volontà di mantenere queste promesse.
E’ bella la mostra Costituzione, quanto disattesa.
Una bella signora ormai anziana, che vive in due Camere con più di 900 scrocconi a suo (nostro) carico.