Serie Tv

Solo recentemente mi sono avvicinato al mondo delle serie tv, tipo Netflix per intenderci. Nei momenti di relax serali, ho sempre acceso il notebook e lì viaggiavo, tra immagini, video e notizie. Magari la tv accesa, come sottofondo non ascoltato. Poi un giorno ascolto un brano alla radio. Carino. Mi attira il ritornello, lento, quasi triste. Chiedo a mio figlio che sa tutto di musica moderna. Mi dice un nome. Boh. Vado poi a vedere il filmato. Ascolto e non capisco cosa significhino quelle immagini. Ma come babbo, è la sigla della serie tv “La casa di carta”. L’ha vista il mondo. +1. Così mi sono avvicinato alle serie televisive. Poi un’altra, ambientata negli anni 60, poi un’altra fantasy. Poteva mancare Il Trono di Spade? Peggio di quando ero ragazzino di fronte ad un pacchetto di figurine Panini. Scaricate le serie attraverso Telegram. Ingurgitate le puntate e le serie una dietro l’altra peggio delle patatine o delle ciliegie. Fino all’ultima. Un’agonia perchè sprovvisto di Sky, dove veniva trasmessa. Evitavo gente che potesse raccontare ciò che avrei visto la settimana successiva. Abbandonati i social. Poi finalmente riesco a far mia l’ultima puntata. Sono in macchina, pausa pranzo con panino e acqua minerale. So già che alla fine sentirò un vuoto, mi mancheranno i personaggi (alla mia età?). Finalmente sono riuscito a vederla.
Negli ultimi giorni mi sentivo come Ronaldo in area dell’avversario, a forza di driblare spoiler vari.
Come detto non è tanto che seguo le serie Tv, ma devo dire che questa mi è piaciuta tantissimo. Un finale sicuramente discutibile, ma credo che scrivere la fine di una serie cosi complessa non era cosa facile. E adesso che ho finito? Vedete serie tv? Suggerimenti?

Paolo Villaggio

DDyeGcBXUAAiIGp (1)

Ricordo ancora quando rischiai di essere buttato fuori dalla sala del cinema mentre vedevo la scena della battuta di caccia con le lacrime agli occhi da quanto ridevo. Demenziale, vero, qualcuno non ha mai riso, vero. Ma a me è sempre piaciuto. Fotografo della società Italiana. L’unico che ha detto la verità sulla Corazzata Potemkin.
Grazie alla sua genialità resteranno con noi il professor Kranz, Fracchia, il ragionier Fantozzi, e non solo.

Grande Fratello

p517813-300x170

Pare che ci siamo. Lo aspettavate da tempo vero? E siete pure rammaricati perchè Alfonso Signorini non sarà presente. Dicono che sarà più corto dell’ultima edizione. Che ci saranno parecchie novità. Pare infatti che all’interno della “casa” ci sia anche una fornita biblioteca. Mah, non si sa mai, s’avesse a finire la carta igienica. Vero?

Melissa perde, vince Maria de Filippi

Non ho mai visto una puntata di Amici e da oggi sono ancora più convinto che non cambierò idea sulla trasmissione.
Melissa, chissà, forse invece lei la seguiva.
Dopo il tg, le atroci immagini di quel vile attentato. Una sola domanda, perchè?
Melissa Bassi da Mesagne, 16 anni, amava la musica, e la moda, e cantava, e digitava su Facebook, e sognava di fare la stilista ma studiava da assistente sociale. Senza ancora un perchè è morta davanti alla sua scuola, prima di aver incominciato davvero a vivere.
Dopo il tg, mi sarei aspettato che il carrozzone di Amici, fosse fermato, mi sarei aspettato che fosse proprio la conduttrice a dare un forte segnale, fosse solo per rispetto a quella giovane vita stroncata a Brindisi.
Ma non è stato così.
Chi ha vinto alla fine, Emma, Alessandra?
Per alcuni sicuramente non Melissa.

Cambiamenti epocali

Presentata la app di Mediaset Premium per iPad.

Domani il mondo della tv vivrà una una nuova trasformazione epocale, paragonabile al passaggio dal bianco e nero al colore, all’invenzione del telecomando o all’avvento degli schermi piatti in alta definizione. Sull’App Store della Apple comparirà la nuova applicazione (gratuita) Premium Play di Mediaset che rivoluzionerà il modo di guardare la tv. [panorama]

Giustamente si fa notare che da tempo esiste SkyGo, e non è stato niente di epocale.