Lo chiamavano ponte di Brooklyn

432285209_69e142089a_z

Lo chiamavano Ponte di Brooklyn i genovesi. Anche se quello è stato costruito in acciaio nel 1883.
Come quello o simili, più datati, recenti, ne esistono tantissimi nel mondo. Alcuni costruiti in zone altamente sismiche, altri costruiti in mezzo al mare, battuti dalle onde, consumati dal sale, altri ancora colpiti dalla furia dei tifoni. Più lunghi, più alti.
Ma sono ancora li.
La strumentalizzazione serve a poco oggi. Per costruire bisognerebbe usare coscienza, responsabilità, rispetto, intelligenza e professionalità. Solo quello.

Crolla l’italia

IMG_20180814_191858

Si, si l’ho scritto in minuscolo, lo so. Amo la mia terra, il mio Paese, la bandiera, le  tradizioni. Amo i colori, i tesori che ci sono stati donati. Ma italia non riesco a scriverlo in maiuscolo.

Oggi a Genova è crollato un ponte, il ponte di Brooklyn come lo chiamano i genovesi. Perchè è crollato?

Perchè ancora una volta ci troviamo di fronte alla chiara evidenza di come per agire (in parte) prima devono morire innocenti. Innocenti che come sempre sono vittime di un sistema, una politica, irresponsabilità di qualcuno che rimarrà impunito.

Sono nato a Viareggio, vivo in Versilia e di tragedie impunite ne sappiamo qualcosa.