Strumentalizzazioni

kotiomkin

Ogni volta accade qualcosa, purtroppo anche di particolarmente tragico, dentro o fuori i confini del nostro paese, nei vari programmi televisivi di riflessione assisto a vergognose rappresentazioni di politici italiani atti a strumentalizzare, esaltare il proprio operato, denigrare quello dell’avversario.
Ulteriori conferme di come la politica italiana NON rappresenta più da tempo il mio pensiero di cittadino.

Elezioni Europee

Dunque, vediamo un po. Per andare a votare dovrei:
1. Cercare la mia tessera elettorale. Se esiste sempre, dovrebbe essere da qualche parte, ma chissa dove. Quando ho votato l’ultima volta …..si ma quando ho votato “l’ultima volta”?.
2. Devo votare convinto oppure il meno peggio? Convinto, si dai, abbiamo voglia di ridere e scherzare? Per me poi l’ultimo meno peggio l’ho votato una ventina di anni fa e passa. Poi ho cercato di convincermi che esistesse solo il meglio del peggio peggiore. Poi ascoltando le parole dei nostri politici mi sono lasciato influenzate dal clima. No, non quello politico, quello vero, quello meteorologico.
Mah. Quando ci sarebbero queste nuove assunzioni con stipendi da favola, rimborsi, variazioni ai profili personali e curricula, iscrizione nell’albo di nuovi futuri super pensionati?

Masochismo

Dunque, praticamente le nostre sorti sarebbero in mano di Alfano, Berlusconi e questi due. Che miseria, che vergogna. Una volta avrei detto “vabbè non vado a votare”. Adesso hanno pure tolto le elezioni per cancellare quel numero di astensionismo che cresceva in maniera esponenziale.

Vedo nero
coi miei occhi
come disse la marchesa camminando sugli specchi:
me la vedo nera
ma nera nera!

Democrazia

Quindi ecco la staffetta. Fuori Enrico Letta, avanti Matteo Renzi, già segretario del partito, già sindaco di Firenze. Ne abbiamo sopportati e non digeriti tanti, possiamo vedere se siamo davanti ad un altro disastroso bluff. A proposito. Chiedo aiuto perchè ho perso ormai il conto esatto. Nella sola seconda Repubblica, quanti Governi abbiamo avuto? Forse 7? E quanti sono stati designati da espressione del popolo? Forse 2?

Rocco Siffredi for President

Li votiamo, gli paghiamo lo stipendio e tanto altro e li facciamo divertire.

Rocco Siffredi for President: Rocco Siffredi presidente della Repubblica. Tra i Grandi Elettori al secondo turno c’è qualcuno che l’ha votato. E la presidente della Camera, Laura Boldrini, ha austeramente bocciato il suffragio: “Non ha i requisiti”. Intendendo, ovviamente, i cinquant’anni d’età richiesti per il capo dello Stato, non altri, che il professionista Siffredi certamente possiede. [fonte]