Samsung Note7

Quindi alla fine la Samsung ha deciso di ritirare dal mercato il nuovo modello Note 7, da poco uscito. Causa……esplode. 

Io sono un estimatore IPhone e ho provato ad usare un Samsung. Ma poco dopo sono tornato in casa Apple. Però devo ammettere che questi nuovi smartphone rispetto ai cellulari di una volta sono spaventosamente avanti. Non è che……Note 7 era semplicemente così avanzato da cercare di sterminare la razza umana?

iPhone5: e non fa neppure il caffè

In tanti lo avranno dopo le solite file e prenotazioni varie. Altri grazie ai vari contratti di abbonamenti business offerti dai gestori telefonici. Infine alcuni arriveranno a sborsare 959 euro pur di entrare in possesso dell’agognato oggetto. Perchè in Italia costa di più. [leggi]

iPhone 5

Siamo in crisi, ma sono certo che la coda per acquistare l’ultimo gioiellino Apple in fatto di telefonia cellulare non si farà attendere.

Dopo una lunga introduzione è stato finalmente presentato il famoso iPhone 5 che riprende esattamente lo stesso aspetto delle tante immagini che sono trapelate sul web in quest’ultimo periodo. Il suo corpo è realizzato in alluminio e vetro e rappresenta il device più sottile che la Apple abbia mai sfornato. Addirittura si è parlato dello “smartphone più sottile al mondo”, infatti, il suo spessore è del 20% in meno rispetto all’iPhone 4S. Nonostante le sue dimensioni riesce ad avere delle strabilianti funzioni…..[continua]

800 milioni di euro per comprare smartphone

Gli italiani nel 2011 hanno speso 800 milioni di euro, +52% rispetto all’anno precedente. Nel febbraio del 2012 sono arrivati a 21,8 milioni gli italiani che possiedono un cellulare di nuova generazione, una quota del 45,4% contro un 54,6% che ancora resta affezionato ai telefonini tradizionali. Sono questi alcuni dei risultati della ricerca dell’Osservatorio mobile Internet, Content & Apps, promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano. Una ricerca che dice molto delle tendenze in atto in questo momento e che spiega tanto di quella che alcuni tecnici non esitano a chiamare «Mobile Economy» [da corriere.it]