Buon Anno

Come consuetudine di ogni 31 dicembre, gli auguri.
Di solito quando si arriva a fine anno si getta via qualcosa di vecchio o inutile, qualcosa da dimenticare. Personalmente avrei roba da gettare. Ma di questo 2018 voglio invece conservare tutto, perchè anche le esperienze non propriamente positive sono validi insegnamenti per il futuro.
A voi auguro che ogni giorno sia sempre un nuovo positivo inizio.
Infine che dire, basterebbe un modo accettabile per il momento.
Auguriamocelo tutti.
Buon Anno

 

 

Buon Anno

Sinceramente non vedevo l’ora finisse questo anno. Vorrei dimenticarlo ma so che non sarà possibile. L’ultimo mio punto di riferimento se l’è portato via e il ricordo di colei che mi ha messo al mondo vive comunque dentro di me, ogni giorno. Dal punto di vista professionale, spero nella promessa fatta dall’Azienda. Troverò forza e volontà necessaria.

A voi che ogni tanto passate a trovarmi il mio augurio affinchè possiate avere la possibilità di chiudere ogni giorno sentendovi soddisfatti.

Buon 2017

Un pomeriggio, qualche giorno fa, mia mamma fece a tutti noi figli e cognate una domanda: “quale verbo vi piace più di tutti?” Ci guardammo un po tutti negli occhi, pensierosi.
Ecco, oggi a voi, rivolgo la stessa domanda, e di cuore VI AUGURO di poter realizzare nel prossimo 2017 ciò che il vostro verbo significa.
Ah, lei ci disse che gli piaceva tanto..”donare, perchè si sta bene più nel dare che nel ricevere”

BUON 2017 da parte mia

come-donare-1

Auguri

Avrete ricevuto tonnellate di Auguri, regali utili, desiderati e quelli davvero da riciclare.

A voi personalmente auguro di avere un 2017 come desiderate, di fissare obiettivi, raggiungerli, tramutare qualche sogno in realtà, e ritrovarci qui fra un anno felici di avere creato e ottenuto tanto di positivo.

auguri di cuore

Buon Anno

Benvenuto alla identificazione impronte vocali. Quando si accenderà la luce rossa, per favore, dichiari, nel seguente ordine, la sua destinazione, la sua nazionalità e il suo nome completo, prima il cognome, poi il nome e l’iniziale.

Questa era il processo di identificazione nel film 2001 Odissea nello spazio.
Era il 1968, la prima fu il 2 aprile a Washington, quando la storia del cinema ebbe un sussulto.
Stanley Kubrick ce l’aveva fatta: l’opera totale, sinestetica, che sarebbe diventata la pellicola del secolo aveva fatto capolino sul grande schermo.
E noi dicevamo….mamma mia pensa a quando saremo davvero nel 2001.
Sembra ieri, ed invece il tempo scorre inesorabilmente ed oggi sono qui, alle porte di un nuovo anno, con tanti ricordi, alcuni belli altri meno. Ma l’importante è esserci vero?
Non sono anni facili quelli che stiamo vivendo e credo che il nostro spirito di sacrificio sarà messo alla prova ancora un pò.
Ma Vi auguro dal profondo del cuore di avere serenità e pace…….

……..L’anno che sta arrivando tra un anno passerà io mi sto preparando è questa la novità

Buon 2014