Emozioni

“puoi imparare una riga dalla vittoria e un libro dalla sconfitta” (cit)

Vi invito ad emozionarvi (se assomigliate un pò a me) nel vedere e ascoltare il filmato.
Accade qualche giorno fa.
Roland Garros a Parigi.
Il tennista francese Mahut sconfitto, piange. Il figlio corre ad abbracciarlo. Il vincitore Mayer, li fissa e si commuove. Si commuove anche il pubblico, che applaude.
Il senso dello sport e della vita sono tutti in quegli occhi lucidi.

25 aprile

E così il 25 aprile è passato. Ho ascoltato le molteplici dichiarazione di diversi politici, e mi hanno sempre più convinto come loro siano davvero inutili per il nostro Paese. Penso a chi ha lottato, combattuto e dato la propria vita per riconquistare la libertà. Quella libertà oggi per me profondamente e ignobilmente tradita. Sono ancora più convinto che questa non sia l’Italia che i partigiani avrebbero voluto. Sono ancora più convinto che nessuno di questi politici possa rappresentarmi.