Thomas Sankara

hope_is_not_dead

“Parlo a nome di un Paese che ha deciso, d’ora in avanti, di affermare se stesso. Parlo di un Paese che ha deciso di non veder morire 7 milioni di bambini di ignoranza, fame e sete.  Oggi non parlo a nome soltanto del mio Burkina Faso tanto amato, ma parlo anche a nome di tutti gli ultimi, che vivono in un sistema ingiusto e strutturalmente in crisi, ultimi che sono ridotti a percepire la vita solo come un riflesso dei più abbienti. Parlo a nome delle mamme che vedono morire i loro figli di diarrea o di malaria, e che ignorano che esistono mezzi semplici per salvarli, che però la scienza delle multinazionali non offre loro preferendo piuttosto investire nella chirurgia estetica a beneficio di pochi il cui fascino è minacciato dagli eccessi di calorie nei loro pasti, che sono così abbondanti da dare le vertigini a noi che viviamo ai piedi del deserto senza sapere se sopravviveremo agli stenti per un giorno in più”

(Discorso all’ONU del 4 ottobre 1984)

Esattamente 30 anni fa, il 15 ottobre del 1987, a Ouagadougou, capitale del Burkina Faso, il presidente Thomas Sankara veniva assassinato.

Cesare Battisti

Il proletario, armato e assassino perchè secondo lui era in guerra. Oddio forse è meglio dire EX per quanto riguarda l’armato e soprattutto proletario.
Comunque l’hanno beccato mentre cercava di fuggire fuori dal Brasile.
Come se non ce ne fosse abbastanza di preoccupazioni in Italia anche relativi a sporchi vili assassini, si torna a parlare di Battisti, perchè lo vogliamo giudicare a tutti i costi a casa nostra.
Senti Cesarino fai una cosa, tornatene in Italia, fatti condannare all’ergastolo e poi come fan quasi tutti, durante una licenza premio te ne riscappi via.

Magie

Stavo riflettendo su alcuni fatti di questi ultimi giorni.

Violenza sulle donne: le femministe sono sparite.Sacrificio sugli animali: gli animalisti sono spariti.

Booh… che magia è?

Stupro

2503861_1912_uomini_stupro

A me questa parola fa veramente schifo. Si solo la parola. Non sapevo che alle donne piace essere stuprate. Vorrei chiederlo a DONNE che sono state vittime di violenza non certamente a coloro che escono fuori solo l’8 marzo per manifestare a favore comunque di giuste cause e diritti femminili. A proposito dove sono adesso?

Io comunque rimango convinto delle mie personali opinioni.
1.   La violenza su una donna non ha partito ne colore e va punita assolutamente in modo esemplare.
2. Questa politica spesso è più violenta dei fatti accaduti, perchè è complice in quanto permette che avvengano.

Per quanto accaduto a Rimini mi aspetterei pure una presa di posizione da parte della comunità Islamica che frequenta quel tizio abitualmente, si quello che ammette che poi la donna si calma.

Guerra

20842174_813957738771940_8902084700151724767_n

Come si fa a dire che non siamo in guerra?
Questa immagine dell’attentato di Barcellona è quella che più mi ha colpito. Due anziani per terra, investiti mentre sicuramente tornavano da fare la spesa insieme. Chissà cosa hanno passato nella loro vita queste due persone. Magari una guerra, diversa, ma pur sempre atroce. Spero davvero siano solo nell’elenco dei feriti

Chi è disposto ad uccidere persone inermi ed innocenti non fa parte del genere umano. Cancellarli dalla faccia della terra è lecito.
Colpevole anche quella politica complice che non interviene.