Pagare l’aria che respiriamo


26166155_877038919130488_4850383485237602446_n

E così, tra i tanti rincari che puntualmente giungono ad inizio di ogni anno, c’è pure la novità (costosa per le famiglie ovviamente) dei sacchetti della frutta e verdura, della spesa in generale. Il fine della normativa è senza dubbio nobile: favorire l’utilizzo quotidiano di prodotti biodegradabili e compostabili e al contempo ridurre quello della plastica. Ma alla fine si traduce in un nuovo “balzello” per il cittadino.

Sinceramente mi verrebbe voglia di andare al supermercato, comprare un kg di arance, pesarle singolarmente e apporre a ciascuna di esse il bollino. Ma credo che “democraticamente” abbiano inserito nella legge l’obbligo del sacchetto, nuovo, guai a riutilizzarne uno, l’igiene, e che diamine!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...