Thomas Sankara


hope_is_not_dead

“Parlo a nome di un Paese che ha deciso, d’ora in avanti, di affermare se stesso. Parlo di un Paese che ha deciso di non veder morire 7 milioni di bambini di ignoranza, fame e sete.  Oggi non parlo a nome soltanto del mio Burkina Faso tanto amato, ma parlo anche a nome di tutti gli ultimi, che vivono in un sistema ingiusto e strutturalmente in crisi, ultimi che sono ridotti a percepire la vita solo come un riflesso dei più abbienti. Parlo a nome delle mamme che vedono morire i loro figli di diarrea o di malaria, e che ignorano che esistono mezzi semplici per salvarli, che però la scienza delle multinazionali non offre loro preferendo piuttosto investire nella chirurgia estetica a beneficio di pochi il cui fascino è minacciato dagli eccessi di calorie nei loro pasti, che sono così abbondanti da dare le vertigini a noi che viviamo ai piedi del deserto senza sapere se sopravviveremo agli stenti per un giorno in più”

(Discorso all’ONU del 4 ottobre 1984)

Esattamente 30 anni fa, il 15 ottobre del 1987, a Ouagadougou, capitale del Burkina Faso, il presidente Thomas Sankara veniva assassinato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...