Un pensiero su “Il marketing del dolore su Facebook

  1. Ciao, ho letto il post che hai linkato e trovo davvero vergognoso questo modo di sfruttare facebook, come altri social network o mezzi tradizionali, per promuovere cause fasulle. Da una parte alcuni di noi sono portati a partecipare attivamente per sentirsi con la coscenza a posto nel non voltare le spalle a chi apparentemente ha bisogno di aiuto, dall’altro c’è una normale diffidenza verso qualcuno che non conosciamo di cui non ci fidiamo.

    Personalmente quando vedo gente che fa uso di questi canali, tendo a non aderire, anche fosse con un semplice mi piace. Piuttosto aderisco a società internazinali come Intervita o Operation Smile. Mi danno maggiore sicurezza sul fatto che i miei soldi vengano utilizzate per cause davvero importanti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...