Al supermercato: “bone” di mamma


Sinceramente  non mi rende particolarmente felice passare troppo tempo al supermercato. O forse mi piace un pochino di più quando sono da solo e ho allora tempo di osservare. Osservo le persone davanti alle loro scelte. Stamani ho visto una leggera discussione davanti al pancale dell’acqua. Quale scegliere? Bottiglia trasparente oppure colorata? Le prime confezioni oppure quelle al centro? Poi altre confezioni. Controllare le scadenze. Alcune persone le vedo non prendere le prime, ma quelle nascoste dietro, perchè queste scadono dopo. Chi poi usa i guanti per prendere la frutta e la verdura e chi se ne frega. Poi, preso il numero, la faticosa, estenuante attesa al banco del pane o gastronomia. E le conseguenti osservazioni sulle mamme quarantenni che fanno la spesa con le figlie adolescenti. Ecco oggi ne ho viste alcune. E sono arrivato alla cassa convinto che quasi sempre sono più “bone” le mamme.

Un pensiero su “Al supermercato: “bone” di mamma

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...