Posta, per qualche centesimo in più


Ore 13,15, rientro a casa e vedo nella cassetta delle lettere che c’è posta. Apro la prima busta. Un invito ad una manifestazione, una fiera a Vicenza che si tiene l’11 marzo 2011. Vero è che l’indirizzo scritto non è quello attuale, ma quello relativo alla abitazione dove vivevo prima. Ma il ritardo della postalizzazione mi pare un pochino eccessivo. Seconda busta: bolletta Enel. Ok, siamo nel periodo e quindi me la aspettavo. Di solito mi piace essere puntuale nei pagamenti, compresa la paghetta settimanale di mio figlio, ma questa volta, contro la mia volontà, non potò esserlo. Scadenza di pagamento: 24 agosto 2011. E non ho la macchina del tempo. Non è per quei pochi centesimi di mora che mi addebiteranno la prossima volta, ma voglio sapere, per semplice curiosità, da cosa è causato questo ritardo di consegna. Chiamo Enel e spiego la situazione. Controllano e infine mi avvertono chela spedizione della mia fattura è avvenuta nei tempi giusti affinchè il pagamento possa avvenire senza ritardo. Poi vado alla Posta, per regolarizzare. Chiedo a loro spiegazione, anche perchè oggi, se avete visto bene, sulle buste, almeno quelle relative alle bollette, non compare più il timbro con la data. Caro signore, mi dice l’addetta, quelli dell’Enel dicono sempre così. Non mi rimane quindi che pagare, compreso quei pochi centesimi che arriveranno di mora.

5 pensieri su “Posta, per qualche centesimo in più

  1. Semplicemente scandaloso. Si tratta ovviamente di una questione di principio e non economica, ma è veramente da terzo mondo. Soprattutto questo scaricabarile che tutte le aziende (anche in altri settori, ad esempio quello della telefonia) fanno pur di non ammettere nessun tipo di responsabilità. E nessuno che vigilia o sanziona. Siamo pieni di Authorities che non fanno una beata mazza.

  2. Qualche centesimo di mora a te, qualcun’altro a me, altri a lui, egli, esso, noi, voi, loro… e il portafoglio dei manager dell’Enel ingrassa…

  3. Sono stata costretta ad domiciliarla in banca proprio per questo motivo. Da quando l’ho fatto non c’è stato il benchè minimo ritardo. Ho il vago sospetto che il colpevole sia l’ufficio postale….

  4. rivolgiti alla polizia postale.Ti stanno recapitando la posta al vecchio indirizzo e qualcuno se ne appropria e te la rispedisce.Chiedi a qualche amico o parente di accompagnarti a controllare che all’agenzia delle entrate,posto di lavoro, in banca,all’anagrafe e alle varie utenze ci sia il corretto indirizzo. Il timbro
    con data e luogo postale di uscita ci deve sempre essere.Io vivo a earlwood N.S.W. australia,qua la mafia e’ avanti rispetto all’italia,si sono specializzati nel fare tutto all’insaputa degli “stupidi onesti” che non appartengono a una delle tante mafie che ci sono qua a Sydney.Fino a poco fa Cosa Nostra
    aveva il monopolio delle banche ma adesso se la stanno facendo anche tra di loro e a secondo del cambio d’indirizzo si passa da una “tutela” all’altra e ogni mafia litiga per riappropriarsi del pollo.
    Comunque c’e’ da preoccuparsi perche’ una volta che hanno rubato l’identita’ di un intero gruppo familiare e nessuno puo’ piu’ risalire alla tua famiglia ti vendono la casa e ti fanno sparire con tutta la famiglia. Questo puo’ succedere molto piu’ facilmente nelle grandi citta’ e quando come adesso c’e’
    molta confusione data dal continuo arrivo di nuova emigrazione dai paesi europei, telefonia senza pubblici uffici e uno scaricabarile da un ufficio all’altro. L’unica cosa da fare e’ ostinarsi a litigare in ogni ufficio e obbligarli a comportarsi lealmente e controllare sempre che quello che dicono sia quello che fanno sul documento.
    Paola Mori 46 Thompson st Earlwood N.S.W.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...