Ciao ciao vuvuzela


Archiviato il mondiale di calcio giocato con i giudizi degli esperti e le pagelle stilate dai giornalisti. Il mondale di un polpo che passerà alla storia per avere indovinato i pronostici a cui era stato sottoposto, compresi quelli relativi alla finale. I mondiali del Sud Africa di Mandela, ancora una volta superiore soprattutto alla stupida politica dei signori del calcio. Il mondiale è finito, con la sua immagine, con la sua presenza. Il mondiale della vuvuzela, il simbolo del sudafrica, così colorata, eccessiva, semplice  e unica al mondo, con il suo assurdo rumore. Mi sono sempre chiesto perchè quel popolo non abbia mai avuto la brillante idea di fare due o tre piccoli fori su quelle trombe e gustare di conseguenza una melodia anzichè il ronzio di uno stormo di calabroni. Il mondiale è terminato e la Spagna per quattro anni è lassù, sul tetto del mondo, mentre a noi, fedeli al colore azzurro, non rimane che salutare il nuovo condottiero: “ave Cesare, i tifosi te salutant”

5 pensieri su “Ciao ciao vuvuzela

  1. come molti mi chiedo se le vuvuzelas saranno archiviate insieme alle immagni di questo mondiale o se ce le ciucceremo anche in futuro. Nuovo elemento folcloristico non necessario, insieme con gli ultras e le boutade di allenatori e giocatori primedonne

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...