Lo sfottò oggi costa caro


Voglio tornare indietro nel tempo, cioè alla fine del derby capitolino, vinto dalla Roma. E torno al gesto finale di Totti, il pollice “verso”, come a sentenziare la morte del gladiatore battuto e rivolto a terra. Per questo gesto, il capitano dovrà versare una multa di 20mila euro. Mi sento di difendere quel gesto, perchè siamo a Roma, nel derby e solo chi lo vive intensamente sa cosa vuol dire. Non c’è violenza in quel gesto, ma semplice sfottò. Ricordo quelli di un illustre giocatore laziale, Di Canio, nei confronti dei cigini giallorossi. Nessuna multa, anzi grandi apprezzamenti a quel calciatore che nelle sua carriera ha pure dimostrato momenti di fairplay e rispetto per l’avversario, anche quando giocava in Inghilterra. Di Totti ricordo pure quello fatto a noi juventini quel 4 pappine e a casa (che poi sul campo gli abbiamo fatto ripagare). Ma non ci sono state multe. A proposito di Juve. Non ricordo punizione pecuniaria a Maresca quando mostrò le corna ai tifosi del Toro dopo un gol. Mentre mi torna alla mente una delle tante frase celebri dette da un onesto e sincero, quanto simpatico vice-presidente dell’Inter:”Se un milanista mi dà la mano, poi me la lavo. Se me la dà uno juventino, poi mi conto le dita”. Cosa avrebbe rischiato oggi?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...