Archivi tag: twitter

Cura dimagrante

Il segreto per dimagrire? Nessuna dieta e nessuno sport, ma cinguettare. Secondo quanto risulta da uno studio dell’Università della Carolina del Nord l’uso di Twitter aiuta nel supporto alla dieta. [corriere.it]. Per quel che mi riguarda sono invece convinto che una sana alimentazione e movimento sia la cosa migliore.

I social network del 2012 nel mondo

social network

I tempi cambiano, e cambiano le abitudini, i costumi… Nella nostra quotidianità si sono affacciate nuove forme di comunicazione che hanno portato dei cambiamenti radicali nel nostro modo di pensare, o addirittura nel nostro modo di vivere: i social network. Sappiamo tutti ormai cosa rappresenti un social network o come fare per iscriversi ad uno di questi e dobbiamo rilevare che con l’andare del tempo l’attenzione suscitata da questi fenomeni comunicativi non smette di calare. Abbiamo constatato un po tutti la velocità della comunicazione, la possibilità di entrare in contatto con altra gente, al di là dei limiti dello spazio, magari con gli interessi in comune ai nostri. Per non parlare dell’interculturalità, portata ai suoi massimi livelli.

Qui i numeri relativi alla frequentazione dei social network del 2012.

Paura del terremoto? Molliamo tutto e scappiamo a SantoDomingo! [by Groupalia tweet]

Una infelice uscita, che non poteva non ricevere reazioni violente dalla blogosfera.

Tanto che subito dopo sono arrivate le scuse: “Chiediamo scusa per il tweet sbagliato sul #terremoto. Non era intenzione offendere nessuno”

Attraverso la pagina Facebook di Groupalia: Milano, 29 maggio 2012 – Attraverso le parole del Country Manager per l’Italia, Andrea Gualtieri, Groupalia si scusa profondamente per il tweet pubblicato questa mattina in merito al terremoto. “Sono davvero costernato per quanto accaduto e chiedo scusa alla popolazione colpita dal sisma per averla offesa. Si è trattato di un gesto irresponsabile dettato principalmente da superficialità e inesperienza. La catastrofe che ha colpito la popolazione dell’Emilia Romagna non può e non deve ovviamente essere strumentalizzata; è una disgrazia che merita tutto il nostro rispetto. Mi scuso ancora e, per esprimere vicinanza e solidarietà alle popolazioni colpite dal terremoto, l’azienda ha deciso di effettuare una donazione alla Croce Rossa Italiana, da destinare alle persone coinvolte nel sisma. Inoltre, pubblicheremo nei prossimi giorni un deal solidale, per chiunque voglia essere di aiuto e fare una propria donazione”. [giornalettismo]

In caso di terremoto…..

Prima esci, poi (eventualmente) twitta.

Ho carpito questo post a Massimo Mantellini proprio mentre osservavo in tv le immagini riprese da vari telefonini durante la scossa di terremoto di questa mattina, poi passate su Youtube o mandate direttamente alle varie agenzie giornalistiche. Ho la fortuna di vivere lontano dalla zona in cui si è manifestato in questi giorni il sisma. Ma, nel primo evento, quello alle 4 circa di notte, mi ha svegliato. Ho preso moglie e figlio e sono sceso di corsa al primo piano (accorgendomi tra l’altro che avevo dimenticato la suocera che dormiva beatamente). In quello di oggi, alle 9,00 stavo uscendo e ho notato l’acqua agitata nell’acquario e il lampadario che andava a destra e a manca. E mi sono definitivamente reso conto che molto probabilmente non ho nè il senso innato del giornalista nè un coraggio da leone.