Archivi tag: promesse elettorali

Grillo è serio?

dal Financial Times

Il quotidiano economico inglese: “Ora il M5S dimostri di non essere solo un partito di protesta senza scopo. Mostri la sua impronta sull’economia, dica come finanziare il reddito di cittadinanza. O gli elettori potrebbero concludere che non è serio” Se il Movimento 5 Stelle continua escludere l’appoggio a un governo che comprenda anche altri partiti, a sedersi ai margini, negherà agli elettori la chance di veder applicate molte delle politiche per cui lo hanno votato”. Per questo il M5S “dovrebbe dimostrare di non essere solo un partito di protesta senza scopo“.

Credo che in Italia in tanti se lo stanno chiedendo.

Li abbiamo votati

Ho sempre sostenuto che il primo problema della politica italiana non fossero i politici, ma il sovrano popolo che li sceglie e li vota. Poi chiaramente si possono pagarne le conseguenze. Avrei voluto vedere alle prossime elezioni un astensionismo pari all’80% per dare un segnale chiaro, netto e deciso a tutti i partiti italiani. Ma ciò non succederà ne adesso ne mai. Siamo sempre a lamentarci di tutti ma poi come topini veniamo sempre richiamati ed affascinati dai vari pifferai, e ci rechiamo alle urne. Ma questa volta no, almeno io non andrò.

Grande Bisio l’altra sera. Altro che Crozza.

Al voto, al voto

4 milioni di posti di lavoro, tasse abbassate, anzi tolte, le uniche che salgono sono quelle sui capitali (così finalmente una volta per tutte si vanno a colpire i ricchi). Cancellazione dei debiti, detrazione degli scontrini. Tutte le promesse su Imu, Irpef, Irap, Iva. Tagli ai costi della politica (finalmente vedremo meno persone alla Camera e Senato).
E il bello è che sono tutti i candidati, questa volta, a promettere la nostra salvezza, la ripresa economica, rimedi definitivi sulla disoccupazione e lo svuotamento, all’ora di pranzo e cena, delle sale della Caritas.
Promettere.
Ci vuole ben altro per seppellire questi politici.