La grande bellezza: Oscar

la-dolce-bellezza-la-grande-bellezza-L-DaaD2F

Sono contento perchè sono fermamente convinto che ogni volta un qualsiasi prodotto “made in Italy” viene apprezzato, non possiamo far altro che rallegrarci e convincerci abbiamo i mezzi e le idee, che sappiamo fare, costruire, realizzare. Quindi sono contento per il risultato ottenuto dal film “La grande bellezza” di Paolo Sorrentino che trionfa in quel di Los Angeles come miglior film straniero. Il nostro grosso guaio è che ancora non abbiamo capito a fondo quante sono le nostre italiche potenzialità, in ogni campo, e non riusciamo a sfruttarne l’immensa ricchezza. Davvero un peccato.

Allego un simpatico tweet: #LaDolceVita,#LaVitaèBella,#LaGrandeBellezza. A giudicar dai titoli, pare che qui da noi ci si diverta un sacco.

Grande Fratello

p517813-300x170

Pare che ci siamo. Lo aspettavate da tempo vero? E siete pure rammaricati perchè Alfonso Signorini non sarà presente. Dicono che sarà più corto dell’ultima edizione. Che ci saranno parecchie novità. Pare infatti che all’interno della “casa” ci sia anche una fornita biblioteca. Mah, non si sa mai, s’avesse a finire la carta igienica. Vero?

Auto o moto?

windowslivewriter500-6afiat500-1957a1.jpg

Ieri sera dopo una lunga giornata di lavoro mi sono fermato per il solito “spritz time”. Scambiando due parole con il barman, questo mi dice che è in trattativa per acquistare una vecchia “500″. Caspita la mia prima auto. Cinquecentomila lire, usata, proprietario il mio meccanico, quindi affidabile di motore iper garantito (tra l’altro cc 595). E tra una patatina e l’altra e un sorso di aperitivo riappaiono lontani ricordi. Tettino apribile, spruzzino a pompetta, stereo a slitta, attenzione: sedili ribaltabili!!!. Se penso a quanti tubi di cartone per il riscaldamento (motore) ho dovuto cambiare….Perchè una volta c’era l’auto, parcheggiata nel porto o vicino alla pineta. Vetri appannati e…….tubi di cartone da sostituire perchè schiacciati. Bei ricordi. Gite in 4 a 100 kmh in autostrada e un casino di rumore dove a volte era quasi difficile scambiare parola. 500 lire al litro il prezzo della benzina. La mia 500 targata LU 85mila e qualcosa. Magari riaverla adesso!

Poi vengo a casa e dopo cena, sulla rivista che arriva in abbonamento leggo di questo coso, metà macchina e metà moto. Un veicolo elettrico a due ruote che non cade mai, a prova di incidente. Caspita, sono davvero invecchiato.\

Bisogni

Un amico ha postato sul suo profilo facebook queste righe. Una lettura semplice di parole chiare, quantomai vere.

“L’uomo moderno è “svuotato” della sua interiorità, è frammentato, anzi spezzettato nella sua unità interiore. Non solo egli si nega qualsiasi capacità di dominare i propri bisogni, ma lo si incoraggia a ricercarli, a favorirli, addirittura a incrementarli in ogni modo e a ogni costo promuovendo, in modo assillante, ossessivo, con tecniche sofisticatissime di comunicazione, nelle varie proposte pubblicitarie, la molteplicità dei suoi potenziali bisogni.
Oggi la norma adottata infatti, non è più l’utile, il dovere, il sacrificio, la disciplina, il dominio di sé, ma la soddisfazione totale e immediata di tutti i bisogni, di tutti i desideri e di tutte le aspirazioni soggettive, senza alcuna esclusione e restrizione.
L’uomo, fabbricato dagli altri, programmato dagli altri, agisce come gli altri e fa ciò che gli altri hanno stabilito, per il suo presente e il suo futuro, per la sua vita e la sua morte, più che mai convinto di procedere verso un nulla senza fine”. (A. Bassanetti – Dov’è mio figlio?)

Masochismo

Dunque, praticamente le nostre sorti sarebbero in mano di Alfano, Berlusconi e questi due. Che miseria, che vergogna. Una volta avrei detto “vabbè non vado a votare”. Adesso hanno pure tolto le elezioni per cancellare quel numero di astensionismo che cresceva in maniera esponenziale.

Vedo nero
coi miei occhi
come disse la marchesa camminando sugli specchi:
me la vedo nera
ma nera nera!

Pubblicità Mc

mcd clicca sulla foto per ingrandirla

Scattata ieri e ritoccata al volo (tutto con iPhone) a Fornacette (Pisa) durante pausa lavoro. Si tratta di un cartello pubblicitario di nota azienda che tra l’altro mi aveva visto seduto ad un suo tavolo poco tempo prima. Struttura installata dall’azienda per cui lavoro.

Democrazia

Quindi ecco la staffetta. Fuori Enrico Letta, avanti Matteo Renzi, già segretario del partito, già sindaco di Firenze. Ne abbiamo sopportati e non digeriti tanti, possiamo vedere se siamo davanti ad un altro disastroso bluff. A proposito. Chiedo aiuto perchè ho perso ormai il conto esatto. Nella sola seconda Repubblica, quanti Governi abbiamo avuto? Forse 7? E quanti sono stati designati da espressione del popolo? Forse 2?

Colpo di Stato (?)

Sono schifato sempre più dalla politica, ma nonostante tutto mi ritrovo più spesso a parlare di partiti, governi, scandali, politici, sprechi ed altro. Oggi ho letto e visto filmati su quel “tranquillo colpo di stato contro Berlusconi” come scrive l’Huffington. Non so quanta verità possa esserci, se tutta verrà fuori o finirà come spesso accade in vari “accomodamenti”. E non so quanto sia lecito. In un paese democratico (?) esistono costose elezioni e comunque e sempre il giudizio espresso dai cittadini è quello che conta. Altrimenti non sarebbe democrazia. Vero?

Grillo. Di chi è la colpa?

«In questi giorni non ho condiviso gli attacchi a Pierferdinando Casini, il cui ritorno nell’area dei moderati è da sempre stato da me auspicato e del quale non posso che esserne lieto, ritenendo che anche il suo movimento potrà offrire un reale contributo alla vittoria del Centrodestra». Lo afferma Silvio Berlusconi in una nota.

Ecco stavo leggendo queste righe e le parole oggi cordiali (dopo sferzanti dichiarazioni poco gentili) e prima ancora i vari commenti alla guerra dialettica e non scoppiata in questi giorni al parlamento? Brutte immagini, parole e gesta pesanti. Professionalità e rispetto sono valori sconosciuti. Da condannare? Senza alcun dubbio.
Certo mi vien da pensare e ripercorrere un po’ a ritroso nel tempo per riascoltare duri attacchi con frasi ingiuriose, scene anche patetiche fra avversari politici. Gli esempi sono davvero tanti, come tante le figure ignobili che i nostri politici hanno fatto mostrando a tutto il mondo la loro scarsa intelligenza. Figure che ha fatto di conseguenza il nostro paese, noi cittadini compresi perché facenti parte.
Colpa dei 5 stelle! colpa di Grillo? Colpa delle risposte della Boldrini, terza carica dello Stato?
Sicuramente. Credo che il diritto a criticare sia giusto e sia degno di un paese dove vige la Democrazia.
Ma senza mai perdere di vista la ragione, il rispetto, la moralità che dovrebbero essere parte integrante soprattutto di chi ci vuole rappresentare.
Ma mi viene anche da pensare a chi ha creato personaggi come Grillo e il suo movimento o altri ancora?.
E non posso non pensare ai nostri politici di questi ultimi 25 anni e al suo operato.
Ecco, proviamo per un attimo ad immaginare una classe politica decisa, concreta pronta e soprattutto al servizio del paese e del cittadino. Attenta al suo progresso economico sociale e culturale, allo sviluppo e al suo futuro.
Allora, CHI ha la reale responsabilità?